Tuesday, 23/7/2019 UTC+2
l'UniversiTà

25 YEARS LATER: il ritorno di Twin Peaks

Chi salirà sul Trono di Spade? La giovane Daenerys? Stannis Baratheon? Un Lannister? Le trame di Varys e Petyr Baelish non sono da sottovalutare, così come anche il coraggio e la spada di Jon Snow.  Chi salirà sul Trono di Spade? Molti fan rispondono con il nome di un personaggio, ma c’è anche chi sostiene che in realtà potrebbe non esserci una soluzione: forse un antico nemico sta arrivando, ed è destinato a travolgere le effimere ambizioni degli uomini. Chi salirà sul Trono di Spade? L’intera serie di Game of Thrones si incentra su questo punto interrogativo. Spostando le lancette del tempo indietro di 25 anni, un’ altra domanda tormentava milioni di telespettatori: chi ha ucciso Laura Palmer?

 

Sì, Laura (Sheryl Lee), proprio lei, la ragazza angelica che tutti conoscevano e ammiravano è stata trovata morta in riva al lago, avvolta in un telo di plastica: comincia così Twin Peaks.   La morte di Laura è collegata ad un precedente omicidio: il caso è complesso, e c’è bisogno di un aiuto. Entra in scena un brillante agente FBI, Dale Cooper (Kyle MacLachlan), che con grande abilità scava nella vita di Laura; dietro l’omicidio si nasconde qualcosa di più grande, qualcosa che la mente razionale di Cooper fa fatica a comprendere. Chi ha ucciso Laura Palmer? La narrazione è complessa e coinvolgente, ma il più grande colpo di scena è stata la sua brusca interruzione: il capolavoro di David Lynch si è fermato alla seconda stagione; un finale aperto, in cui alla domanda di partenza se ne è sostituita un’altra. In venticinque anni di tempo i teleschermi hanno trasmesso decine e decine di altre serie televisive: siamo nell’epoca di House of Cards, Black Mirror e Breaking Bad. Twin Peaks sembra diventata una serie di nicchia, riservata agli amanti dello streaming. Ma, quindi … … chi ha ucciso Laura Palmer? La televisione, che aveva fatto rapidamente la fortuna di Twin Peaks, altrettanto rapidamente l’ha sepolta sotto il racconto di mille altre storie. La Rete, invece, che quando fu girata la serie praticamente nemmeno esisteva, ne ha conservato la memoria ed addirittura ne ha annunciato il ritorno: un paio di tweet del regista ed un video di poco più di un minuto hanno rivelato ufficialmente l’inizio dei lavori per la terza stagione. Il trailer è molto breve, e si apre con una scena in cui appare una ragazza ormai arcinota (sì, ancora lei, che ci ha tormentato con quell’insistente domanda, chi ha ucciso Laura Palmer?).

laura PALMER

È ormai certo che Kyle MacLachlan tornerà a vestire i panni dell’agente Cooper, e Sheryl Lee sarà ancora una volta Laura, ma la sfida per il regista si prospetta difficile. Non solo è radicalmente cambiato l’aspetto di molti membri del cast, ma anche quello del mondo che li circondava. I pesanti telefoni neri delle prime due stagioni di Twin Peaks sono gli antenati degli odierni smartphone, e nessuno usa ancora i registratori audio che Dale Cooper portava sempre con sè. Il problema principale, tuttavia, sembra essere la prematura morte dell’attore che impersonava una figura chiave per l’intera storia, la risposta ai mille dubbi rimasti, compresa la domanda che sicuramente sarà al centro della terza stagione. Insomma, niente più chi ha ucciso Laura Palmer? Twin Peaks è un gioco di opposti: apparenza e verità, innocenza e peccato, logica e surreale, Bianco e Nero, Nani e Giganti. Dopo la giovinezza, per Dale Cooper è arrivato il periodo della maturità: forse lo vedremo con i capelli grigi, che naviga in internet dal suo cellulare e gira per la strada armato di I-Pad. Chi ha ucciso Laura Palmer? Anzi no. In fondo, la domanda ora è un’altra. Che ne è stato di Dale Cooper?

Enrico Verdolini

The following two tabs change content below.
Enrico Verdolini

Enrico Verdolini

Enrico Verdolini – Sono nato marchigiano e sono bolognese d’adozione. Mi sono iscritto a Giurisprudenza, ma ero tentato da Lettere Moderne. Mi piace leggere, ma anche guardare film e serie televisive: sono giurista, ma nerd nel tempo libero.

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.